You are currently browsing the category archive for the ‘diriTTi civili’ category.

Bravissima il nuovo Ministro per le Pari Opportunità, appena nominata e già ha risolto problemi come la discriminazione delle persone omosessuali e il riconoscimento delle loro unioni. 

Ma che brava, e come l’ha risolto vi chiederete? Molto semplice, il problema non esiste, forse non è mai esistito, se proprio c’erano discriminazioni pare che “siano ormai sepolti i tempi in cui gli omosessuali venivano dichiarati malati di mente.”
E poi aggiunge, “non servono i gay pride, niente patrocinio” , “l’unico obiettivo dei Gay Pride sia quello di arrivare al riconoscimento ufficiale delle coppie omosessuali, magari equiparate ai matrimoni. E su questo certo non posso esser d’accordo”, addirittura solleciterà il nostro ambasciatore presso l’Onu perché si faccia portavoce della richiesta della depenalizzazione universale dell’omosessualità”, che volete di più?
I suoi amici omosessuali dice, non gli dipingono una realtà così tetra in Italia. E queste sono le pari opportunità.

Come da copione arriva pure l’applauso di Volontè “la sinistra gay di chiamare diritti i propri privilegi driscriminatori verso le famiglie e gli eterosessuali”. senza parole.

› “Gay Pride, niente patrocinio”, Corriere della Sera
› “Arcigay: La Carfagna fa battute da bar” 

update 20/5/08: retromarcia, “Sono cosciente delle tante discriminazioni nelle scuole, nelle universita’ e nei luoghi di lavoro e credo che l’Italia abbia il dovere di contrastarle con fermezza.”

Annunci

Mara Carfagna Ministro per le pari opportunità.
Tra le sue chicche “Gay costituzionalmente sterili”